Se trovi interessante questo articolo, iscriviti alla Newsletter mensile di Digital Pharma.
Lascia l’indirizzo email nel box a destra e sarai sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione farmaceutica.
Oscar Lambrughi

Il Pharma sempre più social ma dimentica il paziente

ottobre 20, 2016 in Pharma on line, Social media

Sono assai positivi i dati che giungono dalla lunga marcia che le aziende farmaceutiche stanno percorrendo all’interno del social marketing.

Se da una parte sono ormai lontani i tempi in cui i social network erano visti dalle aziende come dei “tabù” innominabili, dall’altra il pieno e consapevole utilizzo di questi potenti strumenti non pare dietro l’angolo.

Cresce l’utilizzo delle diverse piattaforme e migliorano i contenuti pubblicati. Ma le aziende pharma in molti casi devono, però, focalizzare meglio chi è il pubblico al quale si stanno rivolgendo.

Questo il quadro emerso dal terzo audit annuale sull’utilizzo dei social media da parte delle aziende farmaceutiche realizzato da Ogilvy Healthworld in collaborazione con Pulsar.

Lo studio ha analizzato nel primo semestre del 2016 le 20 maggiori aziende farmaceutiche per fatturato, al fine di misurarne l’impegno, l’attività e la capacità virale sulle piattaforme social. Per ogni azienda è stato valutato il numero, il tipo e il tema dei contenuti postati attraverso Facebook, Twitter, YouTube e Instagram.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

L’EVOLUZIONE DEL RAPPORTO TRA INDUSTRIE FARMACEUTICHE E I SOCIAL MEDIA

agosto 3, 2015 in Social media

Tutti gli studi recenti concordano sull’importanza di ricorrere al web 2.0 (Facebook, Twitter, YouTube) per sviluppare nuove ed efficaci strategie di comunicazione, ma la diffidenza verso tali risorse, soprattutto ai vertici aziendali, rischia di rallentare un processo fondamentale per conquistare nuove fette di mercato non ancora esplorate.

L’industria farmaceutica si sta muovendo sempre di più verso uno sfruttamento degli strumenti offerti dai social media, allo scopo di allargare il proprio bacino di clienti, rafforzare il rapporto con essi e potenziare così il proprio brand. Le numerose piattaforme social disponibili oggi giorno su internet consentono agli utenti di condividere opinioni, esperienze e idee, il tutto a reciproco vantaggio. Tuttavia, l’uso di queste risorse digitali in ambito farmaceutico è ancora oggetto di controversie. Il problema principale è che numerose compagnie precludono la possibilità agli utenti di commentare o condividere i propri contenuti, con il risultato di dare vita a una comunicazione a senso unico, in netto contrasto con quella che è l’essenza del social media marketing.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Metà degli europei guardano video online sulla salute

settembre 24, 2014 in Social media

Secondo la Manhattan Research è la metà degli  europei che nel 2013 hanno guardato video online inerenti il tema salute. I dati sono relativi all’annuale report Cybercitizen Health® Europe 2013.

video healthLa fruizione di video dedicati alla salute sembra una tendenza in crescita, dati che non devono essere sottovalutati dalle aziende farmaceutiche “”il Marketing non può più permettersi di ignorare l’ampia adozione di video per la salute online nel mercato europeo dei consumatori.” riassume così Rory Stanton, analista dell’unità Manhattan Research Decision Resources che ha effettuato la ricerca ‘”Considerando come i video sanitari possono essere influenti sul comportamento del paziente, è più che mai importante sviluppare in modo efficace contenuti video, distribuendoli oltre i siti pharma“.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Pharma e twitter? La FDA pubblica la bozza delle linee guida

luglio 17, 2014 in Social media

TwitterPubblicata la prima versione delle linee guida per l’uso in regola dei social network da parte di aziende farmaceutiche, pubblicata dalla FDA, era precisato che le pharma devono essere sicure di divulgare i “più gravi” rischi dei loro trattamenti quando utilizzano i social, non solo i benefici, oltre che specificare la precisa indicazione del prodotto citato. In questa prima bozza si afferma anche che le aziende sono autorizzate a correggere e modificare post di “disinformazione” sui social circa il proprio prodotto, senza la necessità di rispettare in modo rigoroso le normative in materia di etichettatura e pubblicità dell’agenzia. Le correzioni dovranno, però, essere definite chiaramente, precise e non promozionali.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

In USA, 1 medico su 3 è iscritto a Doximity

febbraio 26, 2014 in Social media

Doximity è la più grande rete di medici, uno su tre ne è membro negli Stati Uniti.

Doximity è stata fondata da Jeff Tangney – co-fondatore di Epocrates, una società di San Francisco che sviluppa applicazioni sanitarie mobile- con sede a San Mateo, California e ha raccolto poco meno di $ 30 milioni da  Emergence Capital Partners, InterWest Ventures e Morgenthaler Ventures.doximity

Il portale è stato a volte paragonato a “Il Facebook/linkedin dei medici”, ma in realtà è molto diverso dai normali social network, con numerose opportunità per gli operatori sanitari.
Con l’HIPAA-compliant (Health Insurance Privacy e Accountability Act) è molto più sicuro rispetto agli altri social, inoltre, i medici possono usare Doximity sui propri dispositivi mobili e desktop per lo scambio di messaggi protetti sui pazienti, inviare fax digitali, sfogliare i profili di specialisti e medici di medicina generale, rimanere in contatto con compagni di studio e anche ottenere l’accreditamento per la formazione medica continua (ECM).
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Pubblicata la guida FDA per i social media

gennaio 24, 2014 in Social media

social-networkIl 13 gennaio la FDA ha pubblicato una bozza di documento orientativo sull’utilizzo dei social media in ambito farmaceutico “Guidance for industry. Fulfilling regulatory requirements for postmarketing submissions of interactive promotional media for prescription human and animal drug and biologics”.

Nel documento la FDA delinea alle aziende le modalità per presentare i vari materiali per la revisione di tutti i contenuti pubblicati sui cosiddetti “interactive promotional media”, vale a dire quei media che consentono una comunicazione interattiva e in tempo reale, come blog, social network, live podcast, community…
Si tratta di un importante passo avanti data l’incertezza che ha circondato la questione della comunicazione social negli ultimi anni, frenando in alcuni casi l’azione delle aziende.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

60-Day Kickstart: la nuova campagna FB di GSK

gennaio 21, 2014 in Social media

GlaxoSmithKline (GSK) ha da poco dato avvio a una nuova campagna su facebook: 60-Day Kickstart.
GSK si fa Social su Facebook

L’azienda farmaceutica utilizza il social network per fornire supporto gratuito a chi desidera seguire una dieta equilibrata e vivere in modo più sano nel nuovo anno. L’inizio della campagna social corrisponde, infatti, con il 1° gennaio 2014.

I suggerimenti quotidiani sono dati direttamente sulla pagina di Alli, il brand di GSK per la perdita di peso per le persone che soffrono di obesità.

Molti i consigli dati, non solo a chi assume il farmaco, ma anche a chi ha deciso per il 2014 di perdere peso.

Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Pazienti a proposito di Pharma Social Media

gennaio 10, 2014 in Social media

Sulla piattaforma Truvio.com, realizzata da Wego Health per dare la possibilità a operatori sanitari, ricercatori, aziende pharma di ottenere opinioni on demand dei consumer health influencers, è stata di recente pubblicata la ricerca “Patient Influencers Prescription for Pharma Social Media Success”, che risponde a domande riguardo la relazione tra aziende pharma e paziente attraverso i social.

truvio-patient-pharma-social

È stato chiesto a un gruppo eterogeneo di influential patients di condividere il loro pensiero sull’argomento.
Sono stati, infatti, forniti alcuni esempi di campagne social realizzate o sponsorizzate da aziende pharma, per capire se erano più o meno conosciute e se considerate di valore, valutando la probabilità che queste attività possano portare a un’effettiva discussione col medico rispetto le informazioni fornite.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

L’healthcare è sempre più social

settembre 25, 2013 in Social media

Sul numero di settembre di aboutpharma è uscito un mio articolo che parla di social e di come hanno e stanno influenzando il sistema salute, che riporto di seguito.

I l tema dei social, o meglio del social media marketing, per le aziende farmaceutiche è oggi di grande attualità, lo noto anche sul mio blog, “Digital Pharma Blog”, dove è l’argomento più letto. Sono, però, ancora pochissimi nel mondo e in particolare in Italia, i case del settore, che spesso si possono ricondurre semplicemente a community chiuse e brandizzate per medici o per pazienti di una particolare patologia.

Ma cosa si intende col termine “social”? Potremmo definirlo come un insieme di reti sociali fatte da gruppi di persone connesse da diversi legami (famiglia,  lavoro, conoscenza) o da un interesse comune, che interagiscono tra loro, condividono informazioni ed esperienze, formando delle comunità online.
Queste reti sono sviluppate grazie a piattaforme tecnologiche, che consentono la relazione, permettendo lo scambio di contenuti, immagini, video. Strumenti quali blog, wiki, social network, forum (Twitter, Facebook, Youtube, Pinterest..) si configurano quindi come veri e propri ambienti di scambio di informazioni, che gli utenti utilizzano per “socializzare”, interagire e partecipare. I social sono le persone, non gli strumenti tecnologici, che in rete comunicano, parlano, ampliano le proprie relazioni e soprattutto ricevono e danno informazioni, influenzandosi tra loro.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

VINE e i video tweet, una risorsa social anche per il pharma?

luglio 24, 2013 in Social media

vine-twitterNel post di oggi vi vorrei parlare di Vine, l’app gratuita per iPhone e iPad messa a disposizione da Twitter. L’applicazione consente di girare microvideo della durata di 6 secondi da postare sul popolare social network. Il servizio è stato creato da una startup, Vine appunto, acquistata l’anno scorso da Twitter.

 

 

Come funziona Vine?

Con Vine è l’utente stesso a divenire regista di un filmato , è sufficiente trovare qualcosa da riprendere e cliccare sull’icona della telecamera in alto a sinistra. Per filmare basta tenere il dito premuto sullo schermo e nel momento in cui lo si sposta, s’interrompono le riprese. E’ possibile ripetere la stessa operazione più volte, cambiando punto di vista e improvvisandosi registi. Lo scopo dell’applicazione, infatti, è proprio quello di stimolare la creatività degli utenti che hanno uno spazio di tempo ridotto per potersi esprimere.
A questo punto sarà Vine ad assemblare i vari spezzoni ottenendo un unico filmato, che potrà essere corredato di hashtag e commenti, sempre nei limiti dei 140 caratteri e postato in seguito su Twitter o Facebook. Il microvideo apparirà naturalmente anche sulla Timeline di Vine, che ricorda molto quella di Instagram, l’altra applicazione social ad oggi molto popolare. Il filmato si vedrà in loop, senza interruzioni.
Leggi il resto di questa voce →