App mobile: la diagnosi la fa lo smartphone

febbraio 18, 2013 in Mobile pharma di Oscar Lambrughi

Se trovi interessante questo articolo, iscriviti alla Newsletter mensile di Digital Pharma.
Lascia l’indirizzo email nel box a destra e sarai sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione farmaceutica.

Abbiamo già parlato dell’importanza del mobile per la sanità, sia per i medici sia per i pazienti.

mobile-app-diagnosiLo smartphone è utilizzato soprattutto in campo diagnostico, per acquisire informazioni diverse, come la temperatura corporea, la pressione, la glicemia e inviarle in tempo reale al proprio medico.

Ci sono app in grado di effettuare veri e propri elettrocardiogrammi o test delle urine, per verificare gravidanze, funzionamento dei reni o infezioni.

La società californiana AliveCor ha sviluppato un’applicazione per visualizzare il proprio elettrocardiogramma semplicemente tenendo lo smartphone vicino al petto; la General Electric Healthcare ha, invece, ideato Vscan, una sorta di stetoscopio; Cellscope ha trasformato il cellulare in un otoscopio per individuare otiti; mentre l’agenzia israeliana Life Watch ha da poco messo in commercio uno smartphone che permette di effettuare l’elettrocardiogramma, misurare la temperatura, la pressione e la frequenza cardiaca, i livelli di glucosio, l’ossigenazione del sangue…

Lo smartphone diventa così una spinta motivazionale per il paziente, una sorta di stimolo contro la pigrizia di recarsi dal medico o fare volontariamente controlli. Uno strumento utile per auto-diagnosi e per rilevare più facilmente sintomi difficili da identificare e nel caso gestire le piccole emergenze o rivolgersi al medico per un consulto. Il mobile è già una realtà in ambito sanitario.

Anche le aziende farmaceutiche hanno e stanno sviluppando applicazioni mobile, abbiamo già analizzato l’importanza di questo strumento per agevolare il lavoro dell’ISF nella relazione con il medico e l’operatore sanitario (Seminario: Sales Force Effectiveness 2012) e per lo sviluppo di nuovi farmaci (Mobile: le app che rivoluzionano la ricerca e non solo), per dare un aiuto concreto ai pazienti e ai caregiver di una particolare patologia.

Di recente Genzyme del gruppo Sanofi ha messo a punto una nuova app dedicata proprio ai pazienti, in grado di aiutarli nella gestione della terapia. Si tratta di Gaucher App, scaricabile gratuitamente dal 24 gennaio dall’Apple store,  una applicazione per i pazienti colpiti da Gaucher.
La malattia di Gaucher è una malattia lisosomiale, causata dalla mancanza o dal ridotto funzionamento dell’enzima glucocerebrosidasi. Gli organi che contengono cellule di Gaucher (macrofagi ingrossati) non funzionano correttamente e da qui derivano i diversi sintomi , come emorragie, atrofia muscolare, osteopenia, strabismo fino ad arrivare nelle forme più gravi sino a convulsioni, demenza e atassia.
L’applicazione di Genzyme è una sorta di diario elettronico, che segnala velocemente e facilmente esami, infusioni e visite mediche, così che i pazienti possano gestire in modo più semplice la malattia. L’app permette di inviare le informazioni sulle attività del paziente al medico curante, rendendo immediata la comunicazione tra i due soggetti.

 

Ecco alcuni screenshot della Gaucher App:

Informazioni sulla malattia di Gaucher

gaucher-app-informazioni-malattia

 

Calendario

gaucher-app-calendario
Elenco esami
gaucher-app-esami