Pubblicata la guida FDA per i social media

gennaio 24, 2014 in Social media di Oscar Lambrughi

Se trovi interessante questo articolo, iscriviti alla Newsletter mensile di Digital Pharma.
Lascia l’indirizzo email nel box a destra e sarai sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione farmaceutica.

social-networkIl 13 gennaio la FDA ha pubblicato una bozza di documento orientativo sull’utilizzo dei social media in ambito farmaceutico “Guidance for industry. Fulfilling regulatory requirements for postmarketing submissions of interactive promotional media for prescription human and animal drug and biologics”.

Nel documento la FDA delinea alle aziende le modalità per presentare i vari materiali per la revisione di tutti i contenuti pubblicati sui cosiddetti “interactive promotional media”, vale a dire quei media che consentono una comunicazione interattiva e in tempo reale, come blog, social network, live podcast, community…
Si tratta di un importante passo avanti data l’incertezza che ha circondato la questione della comunicazione social negli ultimi anni, frenando in alcuni casi l’azione delle aziende.

La FDA dichiara che:

Although some interactive promotional media are substantially similar in presentation and content to 26 certain traditional promotional media, such as print media, FDA recognizes that in other cases they 27 possess certain unique technological features and offer novel presentation and content features.”

Dal documento emergono due aspetti fondamentali per la comunicazione social:

  • Nel primo le aziende sono considerate responsabili solo per i contenuti che esse controllano, quindi per le comunicazioni su siti di proprietà, sponsorizzati o gestiti, ma anche per i contenuti creati da dipendenti o da collaboratori che agiscono per conto dell’azienda per promuovere suoi brand (anche se il documento è espressamente orientativo per i farmaci prescrivibili e i prodotti biologici, il principio di controllo dovrebbe estendersi anche per i dispositivi medici).

 

  • In secondo luogo s’impone alle aziende di presentare copie del materiale promozionale al momento della diffusione iniziale, mantenendo, però, un aggiornamento mensile di quando sarà pubblicato sui vari interactive media. In altre parole, una società non deve trasmettere alla FDA le copie di tweet, post di Facebook, o di blog ogni volta che se ne pubblica uno, ma dovrà presentare ogni mese un elenco aggiornato di tutti i siti interattivi,per i quali è responsabile o comunque parte attiva.

Il progetto di orientamento illustra, inoltre, nel dettaglio le procedure per come devono essere forniti gli aggiornamenti.

La guida lascia ancora molte domande senza risposta, tuttavia la FDA ha dichiarato l’intenzione di rilasciare più documenti di orientamento in futuro per affrontare le diverse questioni legate alla promozione attraverso i social media, come ad esempio i problemi derivanti dai limiti di spazio di caratteri, l’uso corretto dei link (questi due aspetti sono connessi all’obbligo per le aziende di fornire informazioni circa le controindicazioni e le avvertenze del prodotto) e le modalità per correggere le informazioni errate postate da altri su un prodotto farmaceutico.