STARTUP HEALTH E LE NUOVE INIZIATIVE DIGITALI NEL PHARMA

agosto 31, 2015 in Case Studies di Oscar Lambrughi

Se trovi interessante questo articolo, iscriviti alla Newsletter mensile di Digital Pharma.
Lascia l’indirizzo email nel box a destra e sarai sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione farmaceutica.

Negli ultimi anni il numero delle startup finalizzate allo sviluppo di nuove tecnologie healthcare è aumentato considerevolmente. StartUpstartup+health Health è un’organizzazione nata nel 2011 proprio per supportare le imprese sanitarie di ambito digital ed aiutarle nel loro percorso di crescita. Situata a New York City, essa ha organizzato numerosi incontri tra imprenditori e potenziali investitori per discutere delle sfide e delle opportunità che si profilano all’ orizzonte.

Recentemente, StartUp Health ha potuto beneficiare di nuovi investimenti dall’esterno, tra cui uno particolarmente sostanzioso da parte di Aurora Health Care, una delle principali reti ospedaliere non profit degli Stati Uniti, che ammonta a 5 milioni di dollari. Il CEO di Aurora Nick Turkal, ha dichiarato che la collaborazione con StartUp è “significativa perché insieme possiamo identificare rapidamente le soluzioni di prossima generazione per le persone che curiamo. Viviamo in un’epoca dove ogni aspetto delle nostre vite sta venendo reinventato dalla tecnologia; è il momento di capire come queste innovazioni possano essere applicate per migliorare la salute e il benessere dei nostri pazienti. Con StartUp Health potremo farlo più velocemente e più efficacemente.” Ugualmente entusiasta Unity Stoakes, cofondatore e presidente di StartUp Health, secondo cui “ogni aspetto dell’assistenza sanitaria sta venendo reinventato e non c’è modo migliore di velocizzare il processo che collaborare per fornire sia agli imprenditori che agli innovatori un supporto costante, competenze e risorse per far crescere il loro business. Aurora è l’ente perfetto per fare ciò.”

Ad Aurora sarà garantito un accesso anticipato alle innovazioni proposte dalle imprese che si trovano sotto l’ala protettrice di StartUp, la quale utilizzerà i nuovi fondi per accelerare il loro sviluppo.

Attualmente sono più di cento le compagnie presenti nel portfolio di StartUp Health. Tra le più interessanti e promettenti possiamo trovare:

Kuveda

Una big data platform progettata per sviluppare trattamenti personalizzati per la cura di vari tipi di cancro. Al contrario delle consuete procedure che richiedono un’analisi manuale dei risultati si concentrano su alcuni biomarcatori noti, Kuveda è un sistema intelligente che analizza automaticamente geni, proteine e relative vie metaboliche, in un continuo processo di apprendimento che ha lo scopo di fornire agli oncologi un report il più dettagliato e specifico possibile.

Hindsait

Un’intelligenza artificiale che processa vasti insiemi di dati al fine di rintracciare tendenze e connessioni impossibili da vedere per un occhio umano. Una volta trovate, elabora la terapia più veloce e meno dispendiosa possibile, eliminando inutili passaggi intermedi che fanno solo lievitare i costi e non portano ad alcun miglioramento del quadro clinico del paziente.

CarePredict                                         

CarePredictUn wearable device pensato per chi ha parenti anziani che vivono da soli e di cui si vuole controllare lo stato di salute con discrezione. Il dispositivo “apprende” le abitudini di vita del possessore, registrando quotidianamente il battito cardiaco, gli spostamenti e i ritmi di sonno e veglia. Se rileva un cambiamento nella routine (come un aumento insolito delle pulsazioni o della distanza percorsa a piedi) manda un messaggio di allerta.

Senseonics

Una compagnia specializzata nello sviluppo di sistemi di monitoraggio continuo dei livelli di glucosio tramite sensori impiantati sotto la pelle, per aiutare i malati di diabete ad affrontare più facilmente la loro malattia. I dati così accumulati vengono trasmessi a un’app per dispositivi mobili, in questo modo il paziente può osservare in tempo reale l’andamento dei propri valori.

WalkJoy

Un dispositivo non invasivo pensato per le persone affette da neuropatia periferica. Chi soffre di questa patologia incorre in numerosi problemi di equilibrio e di sensibilità che col passare del tempo possono compromettere in maniera irreversibile la mobilità. WalkJoy ripristina la sensibilità dei piedi inviando un segnale ai nervi attorno al ginocchio, in questo modo è di nuovo possibile percepire chiaramente il terreno su cui si cammina.