Se trovi interessante questo articolo, iscriviti alla Newsletter mensile di Digital Pharma.
Lascia l’indirizzo email nel box a destra e sarai sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione farmaceutica.
Oscar Lambrughi

STARTUP HEALTH E LE NUOVE INIZIATIVE DIGITALI NEL PHARMA

agosto 31, 2015 in Case Studies

Negli ultimi anni il numero delle startup finalizzate allo sviluppo di nuove tecnologie healthcare è aumentato considerevolmente. StartUpstartup+health Health è un’organizzazione nata nel 2011 proprio per supportare le imprese sanitarie di ambito digital ed aiutarle nel loro percorso di crescita. Situata a New York City, essa ha organizzato numerosi incontri tra imprenditori e potenziali investitori per discutere delle sfide e delle opportunità che si profilano all’ orizzonte.

Recentemente, StartUp Health ha potuto beneficiare di nuovi investimenti dall’esterno, tra cui uno particolarmente sostanzioso da parte di Aurora Health Care, una delle principali reti ospedaliere non profit degli Stati Uniti, che ammonta a 5 milioni di dollari. Il CEO di Aurora Nick Turkal, ha dichiarato che la collaborazione con StartUp è “significativa perché insieme possiamo identificare rapidamente le soluzioni di prossima generazione per le persone che curiamo. Viviamo in un’epoca dove ogni aspetto delle nostre vite sta venendo reinventato dalla tecnologia; è il momento di capire come queste innovazioni possano essere applicate per migliorare la salute e il benessere dei nostri pazienti. Con StartUp Health potremo farlo più velocemente e più efficacemente.” Ugualmente entusiasta Unity Stoakes, cofondatore e presidente di StartUp Health, secondo cui “ogni aspetto dell’assistenza sanitaria sta venendo reinventato e non c’è modo migliore di velocizzare il processo che collaborare per fornire sia agli imprenditori che agli innovatori un supporto costante, competenze e risorse per far crescere il loro business. Aurora è l’ente perfetto per fare ciò.”
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Digital Health funding 2013

gennaio 16, 2014 in e-Health

I finanziamenti nella sanità digitale nel 2013 sono cresciuti del 39% rispetto all’anno precedente e più che raddoppiati rispetto al 2011, arrivando a superare 1,9 miliardi di dollari.
Questo è quanto emerso dal report annuale di Rock Health, “Digital Health Funding 2013 Year in Review”.

Anche il numero di operazioni è cresciuto del 38% rispetto il 2012 e del 134% dal 2011 e ben 186 sono le diverse società che hanno investito in digital health più di 2 milioni di euro.

digital-health-funding
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Perché parlare di digital marketing per il pharma?

febbraio 6, 2012 in Web marketing

Credo innanzitutto perché sia utile proprio “parlarne”, se non addirittura imprescindibile, in un mondo in cui molti paradigmi sono già cambiati e altri stanno cambiando, anche nel modo di comunicare delle aziende farmaceutiche in Italia.

Mi interesso da sempre del “mondo digitale”, e di tutto ciò che ci gravita intorno: il Web, i New Media,il Web marketing,  il Mobile, l’e-learning…

Data la mia passione per queste tematiche e per la loro applicazione in ambito marketing e comunicazione specialmente nel settore farmaceutico, ho deciso di aprire questo blog con l’obiettivo di condividere  informazioni, studi, pubblicazioni,  trend emergenti, casi di successo, con chi nutre il mio stesso interesse.

Chiaramente per tutte le considerazioni che farò, di seguito in questo post e in tutti i successivi, va tenuto sempre ben presente che il “mercato” in cui agiscono le aziende farmaceutiche in Italia è particolarissimo e unico. I farmaci sotto prescrizione e quelli senza obbligo di prescrizione già lo spaccano in due parti ben distinte e nella parte del farmaco “etico”, nella maggio parte dei casi, chi acquista non consuma e non decide l’utilizzo del farmaco, mentre chi lo decide non acquista e neppure lo consuma, questo complica tutto, ma è l’ambito specifico in cui ci dobbiamo muovere.

Il Web oggi nella sua parte “informativa” (Google) e in quella“sociale” ( Facebook e Twitter)  condiziona tutti noi “moderni consumatori” in ogni nostro processo decisionale. Anche grazie anche al diffuso utilizzo degli smartphone in Italia, questo avviene in ogni momento della nostra giornata.
Questo vale in generale e oggi solo in parte o marginalmente coinvolge anche le dinamiche relative  al “mercato pharma”, ma ritengo utile parlarne per inquadrare meglio i fenomeni in atto.
Leggi il resto di questa voce →