Se trovi interessante questo articolo, iscriviti alla Newsletter mensile di Digital Pharma.
Lascia l’indirizzo email nel box a destra e sarai sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione farmaceutica.
Oscar Lambrughi

Come pazienti e caregivers usano i social media

luglio 11, 2013 in Social media

L’uso dei social media nel settore healthcare sta prendendo sempre più piede, i pazienti sono più attivamente online; basti pensare che nel 2011 la ricerca di informazioni sanitarie è stata la terza attività online più diffusa e nel settembre 2012, il 72% degli utenti internet hanno cercato di supporto e informazioni mediche online.
Questo è quanto emerge da un articolo pubblicato su British Medical Journal, “Social media use among patients and caregivers: a scoping review”.
Nell’articolo si suddividono i social media in 5 gruppi:

  1. progetti di collaborazione, come ad esempio Wikipedia
  2. blog e microblog
  3. comunità di condivisione contenuti, come ad esempio YouTube
  4. siti di social network, come ad esempio Facebook
  5. giochi virtuali o mondi sociali

L’obiettivo di questo studio era di mappare la letteratura e i contenuti esistenti, esaminando l’uso dei social media tra i pazienti e caregiver. Maggior parte dello studio è stato condotto in Nord America, con oltre la metà del campione totale degli Stati Uniti.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Serious game sul diabete: Complications Combat

giugno 10, 2013 in Social media

L’azienda tedesca BoehringerIngelheim e l’americana Eli Lilly lo scorso 24 maggio hanno lanciato Complications Combat, un nuovo gioco educativo digitale incentrato sul tema del diabete di tipo 2.

Il diabete è una patologia che sta assumendo sempre maggior importanza, richiamando una notevole attenzione, basti pensare che, a oggi, circa 371 milioni di persone nel mondo sono affette da diabete e che il 90% di esse sono affette dalla forma di tipo 2 ,che risulta quindi esserne la più diffusa.

Nel gennaio del 2011, BoehringerIngelheim e Eli Lilly avevano annunciato la loro alleanza proprio nell’area terapeutica del diabete fondandola sull’esperienza e l’innovazione che da sempre contraddistingue le due aziende in quel campo e oggi ancora una volta rinnovano questa partnership presentando congiuntamente il gioco Complications Combat.

Complications Combat

Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Healthcare Hashtag: “riordinare” twitter per utilizzarlo più efficacemente

maggio 24, 2013 in Social media

In un post precedente, in cui vi parlavo dei Digital Opinion Leader (DOL) , ho citato il caso delle tweet chat fra medici, in particolare di #meded, la chat fondata da due medici che si svolge regolarmente tutti i giovedì alle nove di sera. Indagando ulteriormente questo trend crescente dell’utilizzo di twitter ho ritenuto opportuno approfondire l’argomento parlandovi del progetto Healthcare Hashtag.

Healthcare hashtag è un progetto di indicizzazione dei tweet legati al mondo della sanità promosso dall’agenzia di consulenza americana Symplur .

Il progetto consiste nel richiedere agli utenti twitter di aiutare, e aiutarsi a vicenda, “registrando” gli hashtag che ritengono più importanti per la ricerca di contenuti riguardo a determinate patologie o trattamenti farmacologici. In tal modo si contribuirà all’indicizzazione di tali hashtag, che potranno in futuro venir richiamati ed esaminati ogni qual volta un paziente, un medico o un caregiver abbia necessità di ricercare informazioni online.

Supponiamo che vi sia appena stata diagnosticata una malattia, cosa fareste? I dati di recenti studi, che spesso vi cito, direbbero “ricerco informazioni online” e questi stessi studi sottolineano anche che i pazienti sono spesso disorientati e non riescono a trovare informazioni affidabili o chiare.
Il progetto Healthcare Hashtag è dunque fondato su questa esigenza di ricerca di informazioni aggregate, affidabili e strutturate ed è basato sulla collaborazione della rete sociale.

Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Smart Patients: la community online per pazienti oncologici

aprile 30, 2013 in Social media

smart-patientsSmart Patients è la nuova comunità online lanciata da Roni Zeiger, ex Chief Health Strategist presso Google, e Gilles Frydman, che nel 1995 ha fondato l’Association of Cancer Online Resources (ACOR), che unisce diverse online cancer communities, dedicata ai pazienti oncologici.

Il portale vuole diventare uno spazio dedicato ai pazienti e caregiver, medici e operatori sanitari, in cui condividere informazioni sulla malattia e pratiche o trattamenti terapeutici.
Una piattaforma di discussione online gratuita, in cui pazienti, cargivers e operatori sanitari possono accedere tramite un account personale, impostare le parole chiave che delineano le tematiche d’interesse (tipologia di tumore, nome trattamento terapeutico…) e accedere liberamente dall’area “My Tags” del profilo a tutte le conversazioni inerenti al tema e aggiungere intuizioni personali o fare domande.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Medici opinion leader online: chi sono e come si coinvolgono

aprile 10, 2013 in Social media

Nel post precedente vi ho parlato di Creation Pinpoint, uno strumento che permette di monitorare le conversazioni online dei medici e dei professionisti sanitari e in questo post vi voglio parlare dei risultati di alcuni studi svolti con questo strumento . Dopo aver tracciato le conversazioni dei medici online è, infatti, emerso che gli operatori sanitari attivi online possono essere classificati secondo tre tipologie:

medici-opinion-leader

  1. Social media big hitters.
    Si tratta di medici che hanno completamente fatto propri gli spazi digitali e che interagiscono attraverso account multipli su diversi social media. Solitamente si tratta di medici generici per lo più interessati all’educazione in campo medico.
  2. Specialists.
    Questi medici non hanno profili online sofisticati, come quelli del precedente gruppo, ma sono abitualmente attivi solo su una ristretta gamma di argomenti. Data la loro specializzazione e il loro focus professionale hanno maggior probabilità di condurre una discussione rilevante in queste aree specialistiche e le loro discussioni in tali aree risultano molto credibili.
  3. One-hit wonders.
    Questi ultimi non appartengono a nessuno dei due precedenti gruppi poiché hanno tenuto online una sola discussione, apparentemente isolata e di rilievo. Un ulteriore monitoraggio di questi medici potrebbe portare a scoprire successive conversazioni condotte su temi rilevanti.

Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Creation Pinpoint: monitorare le conversazioni online dei medici

aprile 2, 2013 in Social media

Creation Pinpoint è uno strumento per il monitoraggio dei social media specificatamente dedicato al mondo healthcare sviluppato dall’azienda inglese Creation Healthcare. In particolare con questo strumento è possibile tracciare ciò che viene detto online, all’interno di blog, social media, community, dai medici e dai principali operatori sanitari.

Questo progetto è nato proprio grazie al fatto che i medici stanno progressivamente utilizzando dei canali “aperti” per le loro conversazioni online , anziché utilizzare i consueti canali dedicati loro. Un esempio di ciò che si intende come canale “aperto”, ma dedicato esclusivamente ai medici, è il Twitter Journal Club. Il #TwitJC è un luogo dove i medici, gli studenti di medicina, e chiunque altro sia interessato, può discutere pubblicazioni di carattere medico. Per molti aspetti opera come qualsiasi altro club di lettura, ma la particolarità è che il forum è pubblico:è Twitter.

Nonostante esistano numerosi siti web e numerosi software che permettono di monitorare le conversazioni online riguardanti parole chiave di interesse, come per esempio social mention o brandwatch , la particolarità di Creation Pinpoint è quella di isolare le conversazioni “non rilevanti” e di evidenziare solamente le conversazioni degli operatori sanitari e dei farmacisti, grazie ad una selezione manuale dei post mostrati agli utenti.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Il valore dei big data per le aziende farmaceutiche

febbraio 8, 2013 in Social media

Le ricerche su google, i commenti su facebook, i tweet, i post sui blog, i video caricati su youtube, sono solo degli esempi delle attività che si possono fare sul web e sui social media e che producono un’immensa quantità di dati.
Si chiamano Big Data e nell’era dei social network aumentano esponenzialmente, acquisendo sempre più valore.

big-data-pharma

Molti sono gli approfondimenti usciti in questo periodo sull’argomento, la sfida del 2013 sarà proprio quella di raccogliere e soprattutto gestire e interpretare i dati sul web: le attività partono dalla raccolta, all’archiviazione e storage delle informazioni, oltre che alla strutturazione di metodologie di analisi ed elaborazione dati.

Un esempio di come possono essere gestiti e utilizati i big data viene dai ricercatori e dagli scienziati della Johns Hopkins University che hanno sviluppato una tecnica per monitorare la diffusione dell’influenza negli Stati Uniti proprio raccogliendo e analizzando i tweet degli americani.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Pinterest e i primi passi del pharma

novembre 8, 2012 in Social media

Cos’è Pinterest?

Pinterest è un social network fondato nel 2010 che permette ai propri utenti di creare delle bacheche (board) utili a raccogliere immagini (pin) in base a temi predefiniti o da loro generati.

Il nome del social network deriva infatti dalle parole “pin”, ovvero “appendere”, e “interest” che significa “interesse”.

L’evoluzione del social network è stata particolarmente sorprendente in Europa, come conferma il report di comScore del febbraio scorso.
In particolare in Italia, da maggio 2011 a gennaio 2012, il numero di visitatori unici del social è cresciuto del 794%. Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Le aziende farmaceutiche e Twitter

ottobre 29, 2012 in Social media

Aziende farmaceutiche e TwitterLe aziende farmaceutiche non sono state le più lente ad adottare i social network, nello specifico Twitter, anzi sono in anticipo su alcuni brand di largo consumo, questo è quello che emerge dal rapporto di benchmarking redatto da Whydot.

Pharma Twittersphere benchmarking study” (http://www.whydotpharma.com/twitter-market-studies/) uno dei più importanti studi che prende in esame ben 15 account twitter di aziende pharma e oltre 50 mila followers per descrivere le attività sul canale, i comportamenti degli utenti e gli argomenti di maggior interesse.

Il report mostra come twitter abbia creato una grande opportunità per le aziende farmaceutiche, che hanno l’occasione di comunicare direttamente con i medici e i pazienti, dando informazioni corrette e dimostrando quanto la società si preoccupa per i suoi interlocutori. Il report ha riscontrato come le aree terapeutiche di maggior interesse degli utenti siano quelle legate all’oncologia e al diabete.
Leggi il resto di questa voce →

Oscar Lambrughi

Boehringer Ingelheim lancia il primo gioco su facebook: Syrum

settembre 18, 2012 in Social media

Syrum è il primo gioco su Facebook realizzato da un’azienda farmaceutica, Boehringer Ingelheim . Il gioco è stato lanciato in versione beta il 13 settembre 2012 in Europa.
In questa prima fase di test si vogliono raccogliere le osservazioni degli utenti, così da migliorare eventualmente il gioco prima del lancio mondiale in primavera.

Syrum si svolge in un laboratorio scientifico virtuale e permette agli utenti  di sviluppare dei farmaci come se lavorassero in una vera e propria azienda pharma, seguendo tutte le attività dalla sperimentazione clinica al lancio sul mercato.

 Sono state, inoltre, impostate delle sfide per liberare il mondo da malattie letali attraverso lo sviluppo di farmaci e cure.  Syrum si suddivide, infatti, in capitoli temporali, per un periodo di 100 anni dal 1950 al 2050, che prevedono sempre nuove difficoltà per i giocatori che si troveranno ad affrontare diverse malattie o una pandemia e dovranno sviluppare nuovi farmaci di cura.

 

Il gioco permette poi all’utente  di coinvolgere i propri amici, anzi favorisce questa condivisione grazie alla possibilità di fare dei regali per personalizzare il laboratorio,  monitorare i progressi scientifici, scambiarsi le attrezzature di laboratorio e le formule molecolari, ma anche quello di rubare gli assistenti di laboratorio o addirittura le loro scoperte!

L’obiettivo è quello di educare e far conoscere alla gente la complessità del processo di sviluppo dei farmaci e quello che fanno le aziende pharma.
“L’azienda farmaceutica, che ha il suo motore nella ricerca, ha sempre coltivato e stimolato l’attività di comunicazione e formazione nei confronti dei medici, dei professionisti del settore o direttamente del pubblico” ha affermato John Pugh, responsabile della comunicazione digitale di Boehringer Ingelheim. “Il gioco è un modo sperimentale con cui Boehringer Ingelheim persegue questo obiettivo. La sfida è realizzarlo in modo coinvolgente, divertente e formativo, così da interessare completamente chi vi partecipa”.
Leggi il resto di questa voce →