Come pazienti e caregivers usano i social media

luglio 11, 2013 in Social media di Oscar Lambrughi

Se trovi interessante questo articolo, iscriviti alla Newsletter mensile di Digital Pharma.
Lascia l’indirizzo email nel box a destra e sarai sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione farmaceutica.

L’uso dei social media nel settore healthcare sta prendendo sempre più piede, i pazienti sono più attivamente online; basti pensare che nel 2011 la ricerca di informazioni sanitarie è stata la terza attività online più diffusa e nel settembre 2012, il 72% degli utenti internet hanno cercato di supporto e informazioni mediche online.
Questo è quanto emerge da un articolo pubblicato su British Medical Journal, “Social media use among patients and caregivers: a scoping review”.
Nell’articolo si suddividono i social media in 5 gruppi:

  1. progetti di collaborazione, come ad esempio Wikipedia
  2. blog e microblog
  3. comunità di condivisione contenuti, come ad esempio YouTube
  4. siti di social network, come ad esempio Facebook
  5. giochi virtuali o mondi sociali

L’obiettivo di questo studio era di mappare la letteratura e i contenuti esistenti, esaminando l’uso dei social media tra i pazienti e caregiver. Maggior parte dello studio è stato condotto in Nord America, con oltre la metà del campione totale degli Stati Uniti.

Vediamo cosa è emerso:
1) Quali sono i social media utilizzati dai pazienti al fine di migliorare il loro stato di salute?

social-media-pharma

social-network-salute

 

2) Quali sono le finalità, i motivi che spingono i pazienti ad utilizzare i social media?

social-media-pharma-2

 

3) In quali gruppi di pazienti i social sono più utilizzati?

Il 12,7% è rappresentato da chi ricerca informazioni sullo stile di vita e la perdita di peso, seguono i pazienti oncologici (11,3%).

social-network-health

 

4) Valutazione dei social media utilizzati

social-media-pharma-3

Il successo dei social media sta nella loro capacità di adattamento, siti web unici come PatientsLikeMe o TuDiabetes si sono, per esempio, evoluti in base alle necessità e alla richieste specifiche degli utenti della comunità. Al contrario uno strumento “generale” (che non si rivolge unicamente ai pazienti) come può esserlo twitter è stato sfruttato per la diffusione di informazioni di salute, dimostrando la capacità di adattamento del network a diversi scopi.

Come più volte ribadito su questo blog i pazienti sono oggi online, comunicano, si informano e condividono il loro stato sui social. Questo studio cerca di individuare e classificare l’utilizzo dei social network utilizzati dalle comunità online, evidenziando il potenziale di questi mezzi per la fornitura di supporto all’interno del contesto sanitario.