Le aziende farmaceutiche e Twitter

ottobre 29, 2012 in Social media di Oscar Lambrughi

Se trovi interessante questo articolo, iscriviti alla Newsletter mensile di Digital Pharma.
Lascia l’indirizzo email nel box a destra e sarai sempre aggiornato sul mondo del marketing e della comunicazione farmaceutica.

Aziende farmaceutiche e TwitterLe aziende farmaceutiche non sono state le più lente ad adottare i social network, nello specifico Twitter, anzi sono in anticipo su alcuni brand di largo consumo, questo è quello che emerge dal rapporto di benchmarking redatto da Whydot.

Pharma Twittersphere benchmarking study” (http://www.whydotpharma.com/twitter-market-studies/) uno dei più importanti studi che prende in esame ben 15 account twitter di aziende pharma e oltre 50 mila followers per descrivere le attività sul canale, i comportamenti degli utenti e gli argomenti di maggior interesse.

Il report mostra come twitter abbia creato una grande opportunità per le aziende farmaceutiche, che hanno l’occasione di comunicare direttamente con i medici e i pazienti, dando informazioni corrette e dimostrando quanto la società si preoccupa per i suoi interlocutori. Il report ha riscontrato come le aree terapeutiche di maggior interesse degli utenti siano quelle legate all’oncologia e al diabete.

Boehringer Inghelheim, per esempio, attraverso contenuti e l’impegno mirato verso l’area l’onco è riuscita a raccogliere una maggiore rilevanza, rispetto ai concorrenti, per un argomento di importanza strategica. Ma come fare?
E’  necessario ascoltare gli utenti, individuare i soggetti attivi e coinvolgerli. Per questo risulta fondamentale il corretto uso di hashtags, delle risposte @ e dei messaggi diretti così da raggiungere un target specifico d’interesse ed evidenziare il contenuto più importante per loro. Non di minor importanza le liste che permettono di segmentare i follower in base alle esigenze, così da poter scegliere la migliore comunicazione.

Twitter per il pharmaOggi aziende come Novartis e Pfizer hanno più di 30 mila followers a dimostrazione che migliaia sono le persone interessate a seguire le aziende farmaceutiche, dal loro ultimo comunicato stampa, alle pipiline, dalle informazioni corporate sugli investitori, ai contenuti scientifici su un farmaco.

L’engagment può essere considerato come una forma di relazione e Twitter permette alle aziende farmaceutiche di creare un rapporto di fiducia e collaborazione all’interno della comunità di utenti online. Per questo è importante non usare il proprio account come media a “senso unico”, bisogna coinvolgere l’utente, rispondere e costruire una relazione con lui.